MEZZA MARATONA DI FOLIGNO 2105
I nostri colori
Gemellaggio
I Sondaggi
Iscriviti Online
Oggi e' il compleanno di
  • nessun iscritto
Fanta Podistica
Gare dell'anno
In giro per il mondo
La nostra bella Deruta
Meteo
Circuiti Umbria










Avis
Facebook
La nostra mascotte

COM'E' NATA LA PODISTICA AVIS DERUTA

LA PODISTICA AVIS DERUTA OGGI E LA SUA STORIA

 

GUBBIO 17.10.2010 DEBUTTO

Come in un allenamento, quando il display del gps comunica che siamo andati forte, che ne abbiamo fatta di strada in così poco tempo, una sosta, una riflessione consentono di leggere oggi, orgogliosamente, la realtà sportiva derutese forte di oltre 100 elementi.  Sette anni trascorsi da quel non lontano Agosto 2010, quando i due amici, Gianluca ed Alberto, si incontrano al percorso verde di Deruta, fanno una corsa insieme e decidono di dare vita al gruppo podistico, assente da sempre a Deruta. E' risaputo che ogni progetto, addirittura le guerre, le rivoluzioni, nascono spesso da una scintilla, da un primo pensiero, così è stato per la Podistica Avis Deruta. Gianluca ed Alberto, attuali Presidente e vicepresidente, coinvolgono allora tre podisti: Alessio, Domenico, Giovanni. Tutti insieme, una sera, nell'Ottobre 2010 in un locale che sapeva di fumo, buone intenzioni, idee e sogni. Si parte con i primi fogli, tanti moduli da riempire perché la carta non manca mai ed è sempre troppa. Le prime timide iscrizioni, i primi allenamenti, l'esordio a Gubbio come adolescenti al primo appuntamento. Tante foto, l'euforia delle foto per fissare attimo dopo attimo le nuove avventure. Anni intensi e produttivi: un gemellaggio nel 2011 con la Podistica Avis Castelraimondo, società caratterialmente davvero gemella. Una gara casalinga inventata nel 2012, un evento sportivo nel nostro territorio, "Le vie della Ceramica", ormai giunto alla 6' edizione, con un tracciato che valorizza il centro storico ed il percorso verde. Tanti gli atleti concorrenti, premiatissimi con le maioliche artistiche.

Una divisa riscritta con i nuovi colori e disegni che definiscono l'appartenenza: il drago arrembante, ovvero il Raffaellesco, simbolo del mondo artistico di Deruta, quel mondo del lavoro che ha bisogno di ogni forma di sostegno. Il logo dell'Avis, affiliati da sempre per suggerire che siamo corridori ma anche donatori di sangue. Un motto coniato, indovinato: "sempre con il sorriso", per rammentare che la corsa è si fatica e sudore - un po' come la vita - ma che è anche gioco, riscoperta del corpo, voglia di libertà... Anno dopo anno, sempre più numerosi, sempre più squadra, meno improvvisazione ma più coraggio e più amici iscritti. Numerosissime le manifestazioni partecipate in Umbria, in tutt'Italia, tutte le distanze fino alla maratona e perfino le ultra maratone. Anche la Spagna, Valencia ci ha visto al traguardo con la bandiera italiana. Oltre cento iscritti oggi, persone di ogni età, molte donne. Una percentuale altissima di presenze alle gare che ci premia costantemente tra le migliori società umbre. Numeri inattesi, insperati che pur nella loro realtà non riescono ad esprimere interamente ciò che quella scintilla dell'Agosto 2010 ha animato: la Deruta laboriosa e sonnacchiosa che scopre la corsa, figure che corrono a qualsiasi ora e con qualsiasi tempo, anche di notte, silenziosamente sole o in compagnia chiassosa; gli amici "non derutesi" coinvolti dal mix ineguagliabile di goliardia e lavoro responsabile del presidente Gianluca. Oggi la Podistica Avis Deruta è un patrimonio di persone unite dalla passione per la corsa e dallo spirito cameratesco con il quale la società ha scelto d'impostarla. Tutti, indistintamente, fautori di un'eccitante realtà: sport, fatica, sudore, programmi di allenamento, obbiettivi di gara "sempre con il sorriso" e con i colori della PODISTICA AVIS DERUTA.