MARATONA DI FIRENZE 2013
I nostri colori
Gemellaggio
I Sondaggi
Iscriviti Online
Oggi e' il compleanno di
  • nessun iscritto
Fanta Podistica
Gare dell'anno
In giro per il mondo
La nostra bella Deruta
Meteo
Circuiti Umbria








Avis
Facebook
La nostra mascotte

RASSEGNA WEEKEND 09-10 OTTOBRE

 Un fine settimana di quelli da segnare sul calendario con la matita rossa. Prima di tutto non possiamo non accennare alle vicende societarie, che vedono un cambio della guardia al vertice dell' organizzazione podistica della nostra grande squadra, dopo 11° anni di presidenza infatti Gianluca Lamincia, che rimarrà per sempre nei cuori di tutti come "il pres", lascia la presidenza a Katiuscia Vichi, che sarà supportata dall'esperienza e dal rigore di Alberto Tizzi, rimasto saldamente alla vicepresidenza. Un avvicendamento che non fa che rafforzare e favorire, crediamo, un ricambio di forze fresche nella gestione e nella pianificazione di nuovi progetti che il nuovo assetto consiliare saprà certamente garantire. Tempo di brindare ed è già subito il momento delle gare, con diverse manifestazioni da segnalare. Il nostro Eros Bastianini dopo Lama si dedica ad un'altra classica di coefficiente di difficoltà elevato: il circuito dell'acciaio. Gara di oltre 15 km che parte dalla città di Terni, arrivando fino alla suggestiva cascata delle marmore per poi ripiegare, che il nostro completa con un buon 1.17.07. La nostra presidentessa si mette subito alla prova in uno dei trail più prestigiosi del centro italia quello della Valdambra 55 km di impervie colline senesi, tra ciottolati e guadi, conquista un meritatissimo 5° posto assoluto che fa onore più che mai ai nostri colori.  Ancora in terra toscana, la nostra Federica invece ha optato per un lunghissimo trekking da Abbadia San Salvatore ad Acquapendente attraverso la valle del Paglia. Sugli scudi più che mai sale Salvatore Faustino che, con l'indomito scudiero Cinti, non pago del risultato di Arezzo, torna in Toscana andando a strappare un personale da applausi, tagliando il traguardo della mezza di Pisa in 1.18 a 3.42 al km, standing ovation. Purtroppo le fughe di notizie non ci consentono più di nascondere anche ciò che avremmo più di tutto voluto omettere e far rimanere privato, ovvero il ritorno alle gare del coppia più improbabile del mondo podistico, i gianni e pinotto della corsa, l'uno tanto efficace quanto scoordinato, l'altro raffinato esteta improduttivo, hanno tenuto l'intera società col fiato sospeso sull'esito della loro prestazione presso Pietralunga. Per fortuna dopo la mobilitazione del nucleo speleologico per le ricerche appeniniche e l'infaticabile lavoro dei cani, Pagiotti e Giambenedetti sono stati rintracciati e ricongiunti ai loro nuclei familiari che hanno potuto riabbracciarli dopo tanta preoccupazione. Anche questa è andata.