Stracassero 2013 Castelraimondo
I nostri colori
Gemellaggio
I Sondaggi
Iscriviti Online
Oggi e' il compleanno di
  • nessun iscritto
Fanta Podistica
Gare dell'anno
In giro per il mondo
La nostra bella Deruta
Meteo
Circuiti Umbria








Avis
Facebook
La nostra mascotte

STRASIMENO

Una premessa voluta e necessaria, l’anno appena trascorso è stato un anno avvilente e doloroso, non solo perché ha visto venir meno la regolare occasione di celebrare il rito religioso del podista, ovvero la classica gara domenicale su strada, ma principalmente perché in molte circostanze ha messo alla prova la propria condizione fisica e dei propri cari e in alcuni casi le proprie legittime paure ed ansie legate al tema della salute. Non ci si stupisca di questa piccola orazione di celebrazione di valore e temerarietà, avevamo una grande nostalgia della poesia domenicale di quando si partiva tutti stretti ai nastri e insieme si sudava, si soffriva e si sognava. L’occasione è stata offerta ai nostri dalla Classica Strasimeno. organizzata in maniera impeccabile secondo i più rigidi dettami dettati dall’emergenza epidemiologica dalla S.D. Filippide: mascherina nei primi 500 metri, acqua in bottigliette e merendine sigillate nella rispettiva confezione. Una prova impeccabile da parte dell’organizzazione che ha superato l’esame più difficile a pieni voti. La “Battaglia del Trasimeno” che rievoca l’impresa di Annibale contro l’esercito romano è vinta dai nostri Leonardo Costarelli e Alessandra Pelli che si portano a casa l’anello dei 58 km rispettivamente in 5 ore 35 minuti e 17 secondi dall’uno e 5 ore 43 minuti e 39 secondi dall’altra, una prova estrema che li accomuna per una giornata ai cartaginesi di Annibale per coraggio e potenza. Grandissima prestazione anche per la nostra indomita leonessa Katiuscia che con un passo poco sopra i 5.00 al km ferma l’asticella sulle 3.35.29 di una difficilissima maratona soprattutto per pesantezza del manto stradale. Sulla 21 km si cimenta la nostra coppia affermata Aldo e Federica, che con una grande prestazione fermano il cronometro rispettivamente 1.30.11 e a 2.15.53. Grandi e doverosi complimenti anche a loro. Una grande giornata di festa che onestamente ci mancava da un po’.